BiografiaMediaImmagini
Lepore
Carlo Lepore

Dai suoi esordi al Teatro dell’Opera di Roma come Don Basilio, è poi approdato al Teatro San Carlo di Napoli dove ha cantato nel Matrimonio Segreto di D.Cimarosa (Conte Robinson), Il convitato di pietra (Pulcinella) di G.Tritto, Le convenienze ed inconvenienze teatrali di Donizetti con la regia di R. De Simone fino ad arrivare al Teatro alla Scala dove, inizialmente scritturato per il ruolo di Giorgio nella Nina, o sia la pazza per amore di Paisiello sotto la direzione di Riccardo Muti, è poi ritornato come Don Magnifico nella Cenerentola e Mustafà nell’Italiana in Algeri entrambe con la regia di J.P. Ponnelle e dirette rispettivamente da B. Campanella e C. Rovaris. Carlo Lepore ha riscosso poi ampi consensi anche come Dulcamara nell’Elisir d’amore, diretto da R. Rizzi Brignoli, Ping nella Turandot sotto la direzione di G. Prêtre e Bartolo nelle Nozze di Figaro, diretto ancora da Riccardo Muti.

Ospite più volte del Rossini Opera Festival, Carlo Lepore ha interpretato i ruoli di Capellio in Bianca e Falliero, Hieros in Le Siège de Corinthe, Mustafà in Adina, Elpino nel Vero Omaggio  Ginardo in Matilde di Shabran con la regia di Mario  Martone, Blansac ne La Scala di Seta diretta da C. Scimone, Gaudenzio nel Signor Bruschino, Astarotte Idraote nell’Armida con la regia di Ronconi e Tarabotto nell’Inganno felice (G. Vick.

Tra le sue esibizioni si ricordano inoltre il Reverendo Hylier nella Visita meravigliosa di N.Rota, La Scala di seta a Berlino sotto la direzione di A.Zedda, La grotta di Trofronio a Losanna e Poissy con C.Rousset, il Signor la Rocca in Un giorno di regno di Giuseppe Verdi a Nancy, Seneca nellIncoronazione di Poppea di Monteverdi (Ginevra, Caën, St. Pölten) e titoli di più rara esecuzione come il Socrate Immaginario di G.Paisiello (Teatro alla Scala), Celos aun del Aire matan di J.Hidalgo su libretto di Calderon De la Barca, con cui ha inaugurato la stagione 2001 del Teatro Real di Madrid, Le Astuzie Femminili di D.Cimarosa come Giampaolo Lasagna, l’Orfeo di A.Sartorio, Gli amori di Apollo e Dafne di F.Cavalli, l’Euridice di J.Peri al Maggio Musicale fiorentino, l’Aretusa di F.Vitali, il Sansone di B.Ferrari, San Giovanni Battista (Erode) di A.Stradella, La Locandiera (Don Pomponio) di P.Auletta, Don Chisciotte di R.Solci,  Il divertimento dei Numi di G.Paisiello, la Dirindina di D.Scarlatti (Don Carissimo), L’impresario delle Canarie (Nibbio) di G.B. Martini, oltre ai più noti Ariodante  (Re di Scozia),  Acis and Galatea (Polifemo), Giulio Cesare (Achille) e Orlando (Zoroastro) di G.F. Händel.

Tra i suoi più recenti successi ricordiamo Melitone nella Forza del destino e il debutto in Falstaff nel ruolo protagonista  al Festival Verdi di Parma,  Leporello in Don Giovanni a Lucca e Bergamo, al Festival di Savonlinna a Torino , diretto da C.Hogwood e a Trieste da Gelmetti, Bartolo ne Le nozze di Figaro a Houston e alla Royal Opera House di Londra diretto da Sir Antonio Pappano, Cosi fan tutte a Torino con la regia di Ettore Scola, a Colonia e Londra diretto da Sir Colin Davis, Il viaggio a Reims (Don Profondo) ad Anversa con Alberto Zedda, Don Magnifico al Teatro Colon di Buenos Aires, a Napoli ,a Roma con la regia di Emma Dante e nel film di A.Anderman Cenerentola, una favola in diretta diretto da G.Gelmetti con la regia di Carlo Verdone,  trasmesso da Rai1 e in mondovisione, e il debutto in Gianni Schicchi a Torino.

Tra i prossimi impegni segnaliamo Cenerentola a Torino e a Colonia, Il Barbiere di Siviglia al Covent Garden, Nozze di Figaro a Glyndebourne e in un tour giapponese di Vienna. Don Pasquale a Pechino, Torvaldo e Dorliska a Pesaro, Falstaff a Torino

Aprile 2016

 [PDF] 

Content 3