BiografiaRepertorioMediaImmagini
X_Rosetta Cucchi_800px
Rosetta Cucchi

Nata a Pesaro, Rosetta Cucchi si diploma in pianoforte a pieni voti presso il Conservatorio della sua città, perfezionandosi in seguito sotto la guida di musicisti quali Jörg Demus, Sergio Fiorentino e Michele Marvulli.

Dal 1991 al 1994 entra a far parte dell’Orchestra Sinfonica della Rai di Roma come primo pianoforte in orchestra, suonando in concerti diretti, tra gli altri, da Gary Bertini, Eduardo Mata e Georges Prêtre. Negli stessi anni lavora stabilmente con un gruppo eatrale romano in qualità di pianista del gruppo e di attrice.

Dal 1995 collabora in qualità di coordinatrice della preparazione musicale con il Rossini Opera Festival di Pesaro, il Wexford Opera Festival in Irlanda e con numerose altre istituzioni in Italia e all’estero.

Nel 1999 debutta al Teatro alla Scala in un recital con Mariella Devia, dando avvio ad una carriera di pianista che continua a vederla accanto ad alcuni tra i più accreditati interpreti del repertorio belcantistico italiano nei più prestigiosi teatri del mondo: da New York a Bruxelles, da Tokio a Madrid, a Londra.

Nello stesso anno intraprende parallelamente una nuova attività come regista iniziando con produzioni liriche al pianoforte quali Traviata, Rigoletto, Falstaff, Elisir d’amore, nelle quali cura contemporaneamente la parte musicale e la messa in scena. Debutta in questa nuova veste in Italia al Teatro Rossini di Lugo nel 2001 con uno spettacolo su Carlos Gardel, Il passo dell’anima, suoi testo e regia, interpretato dall’attrice Lella Costa, dal baritono Andrea Concetti che verrà poi ripreso al Teatro Bellini di Catania, al Teatro Sociale di Como e al Teatro Due di Parma.

Nel 2003 mette in scena La Scala di Seta di Rossini al Teatro della Maestranza di Siviglia riportando ottime critiche e un gran successo di pubblico. Nel 2004 cura la regia dell’opera Prinzessin Brambilla di Walter Braunfels al Wexford Opera Festival, spettacolo largamente apprezzato dalla stampa internazionale. Firma inoltre regia, scene e costumi de Gli astrologi immaginari di Giovanni Paisiello al Festival Paisiello di Taranto. Nell’agosto 2005 debutta con successo come regista al Rossini Opera Festival di Pesaro nell’opera di Carlo Coccia Arrighetto, ripresa poi in apertura di stagione nel Teatro Coccia di Novara. Nel Settembre 2005 firma la regia di Otello di Giuseppe Verdi al Teatro Colón di Bogotà, dove è invitata per la stagione 2007 a dirigere una nuova produzione di Traviata. Il 2006 la vede impegnata in un nuovo allestimento del Barbiere di Siviglia di Paisiello per il Festival Tarantino. Nella stagione 2007-2008 mette in scena Tutti in maschera di Carlo Pedrotti a Savona, Piacenza e Rovigo, e una edizione dedicata ai giovani de L’Italiana in Algeri  al Teatro Comunale di Modena. Nel 2009 realizza, in prima nazionale, una fortunata edizione del musical americano Sweeney Todd di Stephen Sondheim con cui debutta fra gli altri teatri anche al Comunale di Bologna che ne è coproduttore, del Maggio dello stesso anno e’ la messa in scena de Il viaggio a Reims di Rossini al Municipale di Piacenza. La stagione 2010-2011 inizia con un grande successo di pubblico e critica  per la produzione de L’Elisir d’amore di Donizetti  al Teatro Comunale di Bologna,  de La Favorite versione francese con Daniela Barcellona al Teatro Alejandro Granda di Lima in Aprile e della prima italiana di Rodelinda di Haendel al Festival della Valle D’Itria in Agosto. Nell’autunno debutta nel circuito AsLiCo con una riuscitissima Cenerentola di Rossini. Il 2012 la vede impegnata in numerose produzioni in importanti teatri europei da La Traviata di Verdi presso i Teatri di Modena Piacenza e Bolzano, poi ripresa nel festival di Tenerife, L’Heure Espagnole di Ravel al teatro Gulbelkian di Lisbona,  il dittico Cavalleria Rusticana di Mascagni e La vida Breve di De Falla presso il teatro di Lubeck in Germania, per proseguire nell’estate di quest’anno con un opera di rara esecuzione: La Zaira di Bellini,  Il Rigoletto al teatro di St. Gallen in Svizzera e L’Arlesiana al Wexford Opera  Festival in Irlanda.

I  recenti e futuri impegni la vedono impegnata con Idomeneo di Mozart al teatro di Lubecca, L’Elisir d’amore al Comunale di Firenze e a Bologna,  una nuova produzione di La Gioconda di Ponchielli al Teatro di St. Gallen, Don Giovanni a Tenerife, Modena, Piacenza,  Lucca e Genova, Fedora al Teatro Carlo Felice di Genova, Salome a Wexford La Bohème a Boston, La Favorite a Venezia.

Collabora con il Wexford Opera Festival in Irlanda come Segretario Artistico e regista di numerose produzioni. Dal 2001 è Direttore artistico del Lugo Opera Festival e dal 2006 Direttore Artistico della Fondazione Arturo Toscanini di Parma.

Dicembre 2015

[PDF] 

Content 3