BiografiaRepertorioMediaImmagini
Ketevan Kemoklidze 
Ketevan Kemoklidze

Richiestissima dai maggiori teatri del mondo per le sue doti vocali e sceniche, il mezzosoprano Ketevan Kemoklidze nasce a Tbilisi (Georgia), in cui, oltre al Master universitario in Relazioni Economiche Internazionali, consegue il Dipolma al Conservatorio Statale V. Sarajishvili. Dopo l’assegnazione del Premio Speciale del Teatro alla Scala al concorso Hans Gabor Belvedere, viene ammessa senza prove d’ingresso all’Accademia dello stesso Teatro. Risulta ben presto vincitrice di prestigiosi concorsi internazionali, tra cui l’Operalia di Placido Domingo, il Concours International de Chant de la Ville de Toulouse, il Concorso Internazionale di Canto F. Viñas, il Concorso Internazionale Hans Gabor Belvedere di Vienna, il Concorso E. Obraztsova di San Pietroburgo, i Concorsi Nazionali della Georgia.

Nel 2002, Ketevan Kemoklidze esordisce sul palcoscenico georgiano e si distingue per raffinate e promettenti qualità canore nei ruoli di Maddalena (Rigoletto), Emilia (Otello) e Amadigi (opera omonima). Di ampio successo e grande favore le successive comparse sui più importanti palcoscenici del mondo, in alcuni dei quali nelle vesti dell’affascinante Rosina (Il barbiere di Siviglia): Deutsche Oper Berlin, Théâtre du Capitole di Tolosa, Teatro Regio di Parma, Teatro Massimo di Palermo, Teatro Municipal di Santiago, Opéra National di Montpellier, Deutsche Operam Rhein, Opéra Municipal di Marsiglia; e ancora alla Washington National Opera su invito del Maestro Domingo in quanto vincitrice del suo concorso. E debutta, nel ruolo di Cenerentola, sempre a Los Angeles Opera.

Nel 2015 Ketevan debutta con grande successo nei ruoli come Eboli (Don Carlo) al El Escorial e con Elisabetta (Maria Stuarda) a Varsavia al Teatr Wielki – Opera Nazionale di Polonia. Nel 2014 ottiene particolare successo nel ruolo di Carmen al Nuovo Teatro Nazionale di Tokyo e, a seguire, al Teatro Mariinskij. È dello stesso anno il grande esordio scandinavo con l’apprezzatissima interpretazione di Isolier nel Comte Ory messo in scena alla Malmö Opera. Ritorna, poi, alla Washington National Opera e al Nuovo Teatro Nazionale di Tokyo nelle vesti di Preziosilla (La forza del destino). Nel 2010 Ketevan Kemoklidze debutta trionfalmente al Covent Garden di Londra con Stéphano (Roméo et Juliette). Al Premio Speciale del Concorso Belvedere fa seguito, nel 2006, il suo apprezzatissimo debutto spagnolo al Gran Teatre del Liceu con Otello, Il barbiere di Siviglia, Linda di Chamounix e Faust; il suo ritorno in Spagna è per Le nozze di Figaro e per L’arbore di Diana sul prestigioso palco del Teatro Real di Madrid. È, inoltre, ospite gradita dei maggiori palchi italiani: al Teatro alla Scala si esibisce in Così fan tutte, Rigoletto, Ascanio in Alba, Salome, Manon, Il barbiere di Siviglia e Sogno di una notte di mezza estate; all’Arena di Verona e al Teatro La Fenice in Roméo et Juliette. Ha cantato Olga in Evgenij Onegin al Teatro San Carlo di Napoli. Ha debutato come Cleopatra al Festival di Spoleto in La morte de Cleopatre di Berlioz. Su invito del Maestro Pizzi è Siebel in Faust e Dorabella in Così fan tutte allo Sferisterio Opera Festival di Macerata; canta anche in Così fan tutte al Teatro delle Muse di Ancona, in Faust e in Thaïs al Teatro Regio di Torino. Alla Oper Graz interpreta magistralmente Fenena (Nabucco) e la Principessa Clarice (L’amore delle tre melarance) e al Teatro Municipal di Santiago e all’Opera di Monte-Carlo conquista il pubblico con un Cherubino mozzafiato (Le nozze di Figaro). Si esibisce anche nel ruolo di Ines nella Maria Padilla al celeberrimo Festival di Wexford e debutta in Grecia nei panni di Giulio Cesare al Megaron di Salonicco.

Ketevan Kemoklidze segna il suo eccezionale esordio cinematografico come Adriana Ferrarese (Donna Elvira) nel film Io, Don Giovanni del noto regista spagnolo Carlos Saura, premiato in diversi festival internazionali di cinema.

Della sua attività professionale si ricordano le esibizioni in prestigiose e importanti manifestazioni musicali: Ivan il Terribile e Alexander Nevsky di Prokof’ev nel tour concertistico con la St. Petersburg Orchestra Filarmonica sotto la direzione di Yuri Temirkanov; e ancora al Donastia San-Sebastian Music Festival, all’Annecy Classic Festival, alla Sagra Musicale Malatestiana, all’International Music Festival “MITO”. Degni di particolare menzione sono l’interpretazione dello Stabat Mater di Pergolesi nella Basilica di San Marco a Venezia con “I Solisti Veneti”; il concerto Placido Domingo e i suoi amici Georgiani a Batumi; lo Stabat Mater di Pergolesi, il Messiah di Handel e il Magnificat di Vivaldi a Padova all’Inaugurazione del Veneto Festival Internazionale con “I Solisti Veneti”; Il Dolore di Maria Vergine con “I Virtuosi delle Muse” al Teatro Campos di Bilbao; il Requiem di Mozart al Teatro Regio di Torino; i Kindertotenlieder di Mahler al Menhir Music Festival. Importantii successi al Music Festival Internazionale “Settimane Musicali di Stresa”; con il récital al Théâtre du Capitole di Tolosa e al Wexford Festival; al Mozartfest 2006 a Mannheim; con il Pulcinella di Stravinski al Teatro alla Scala e al 43° Festival Internazionale A. B. Michelangeli a Brescia. Non passano sotto silenzio i vari concerti al Teatro alla Scala, al Teatro di Basilea, all’Oper Leipzig, all’Opera di Tbilisi; l’AIDS-Gala alla Deutsche Oper di Berlino e alla Deutsche Oper am Rein; il Messiah di Handel e l’Oratorio di Natale di Bach (prima esecuzione in Georgia); la IX Sinfonia di Beethoven, il Requiem e la Messa Brevis di Mozart al Festival Internazionale “Autunno Tbilisi”.

La sua discografia comprende Il barbiere di Siviglia, Roméo et Juliette, Faust, AIDS-Gala a Berlino, Thaïs, Otello, Sogno di una notte di mezza estate e Salome.

Tra i suoi prossimi impegni Il Barbiere di Siviglia a Nizza e Linda di Chamounix a Roma.

Dicembre 2015

[PDF]

 
Content 3
Content 4